Capitale ambientale
Leave a Comment

Ogni albero di Natale (finto) venduto, ne vale uno vero piantato al Campo dei Fiori

Per ogni albero di Natale sintetico comprato, Leroy Merlin di Solbiate Arno piantumerà una pianta autoctona vera nel Parco Regionale Campo dei Fiori. Il  parco regionale devastato prima da terribile incendio dell’ottobre del 2017 e poi delle alluvioni e delle raffiche di vento a 100 chilometri orari che hanno devastato il parco nei mesi scorsi.
La collaborazione con Leroy Merlin mira a concretizzare un passo importante per far sì che con il tempo l’area possa ritornare alla bellezza precedente i drammatici eventi. 
L’iniziativa, nata grazie alla collaborazione con PEFC Italia, è semplice: è sufficiente raggiungere il punto vendita Leroy Merlin di Solbiate Arno e acquistare un albero di Natale sintetico serie Livigno. Per ogni albero venduto Leroy Merlin si impegna a piantare un’essenza autoctona nel Parco Regionale Campo dei Fiori. Un progetto, semplice e  concreto.
Da un punto di vista “poetico” sarebbe stato bello chiedere di riportare in negozio gli alberi veri acquistati nel periodo delle feste, ma non così utile.  Gli alberi di Natale non nascono infatti per opere di rimboschimento, provengono da vivai e da sementi di origine sconosciuta, quindi potenzialmente foriere di inquinamento genetico o di non essere adatti al clima dove saranno messi a dimore.  Oltre a ciò bisogna considerare che il 90% di queste piante è destinato a morire in quanto nel periodo natalizio, sono vittime di stress dovuto al riscaldamento domestico, alla mancanza di irrigazione e la mancanza di radici.

Rispondi