Compensazioni

Nel 2018, come riportato dai report di certificazione PEFC di Gestione Forestale Sostenibile di CSQA Certificazioni e dai gestori tecnici della certificazione Mortali e Simonelli sullo stato delle loro foreste, si conferma che:

  • le superfici forestali certificate si sono mantenute stabili rispetto al 2017
  • non ci sono stati né incendi né danni da insetti né danni abiotici, quindi non c’è stato riduzione di accumulo di biomassa nei boschi oggetto del contratto;
  • le aree forestali oggetto di finanziamento da parte della Leroy Merlin Italia sono quelle dove il gestore forestale ha fatto delle attività selvicolturali nelle quali è aumentato l’assorbimento della CO2, cioè le fustaie transitorie di faggio (boschi cedui in conversione all’alto fusto);
  • il tasso di crescita di queste formazioni forestali è di 3,5 metri cubi per ettaro/anno
  • grazie al finanziamento della LMI sono state svolte attività selvicolturali integrative, come pulizia e gestione delle aree forestali lungo la sentieristica per messa in sicurezza e prevenzione incendi (20 ettari Comunalie Parmensi; 23 ettari nei Comunelli di Ferriere);
  • la cartellonistica nel territorio con evidenza della Leroy Merlin Italia è adeguatamente mantenuta;
  • è stata svolta attività di formazione per 90 operatori forestali (con un modulo sulla certificazione forestale dove è stato spiegato il rapporto con LMI) e otto ditte boschive, per formare Consorzio di produttori certificati che fornirà legna da ardere alla Leroy Merlin Italia nel 2019.

In termini quantitativi, la tabella seguente aiuta a sintetizzare la quantità di anidride carbonica assorbita, in maniera addizionale, grazie all’intervento economico della Leroy Merlin Italia in entrambi i Consorzi forestali.